Engim sede di Chieri

San Leonardo Murialdo

Sacerdote, Fondatore della <<Congregazione di San Giuseppe>>

 LA GIOVINEZZA

  • 1828, 26 Ottobre. Nasce a Torino, in Via Garibaldi (allora via Dora Grossa) da una famiglia benestante con 9 figli.
  • 1833. “Nadino”, così veniva chiamato in famiglia, resta orfano di padre.
  • 1836. Entra nel collegio degli Scolopi di Savona, dove frequenta le scuole elementari, medie e superiori. Durante il suo percorso scolastico, attraversa un periodo di profonda crisi adolescenziale, dopo il quale torna a Torino per frequentare la scuola per diventare sacerdote.
  • 1850. Consegue la laurea in teologia.
  • 1851. Viene ordinato sacerdote, nella Chiesa della Visitazione, a Torino.

IL SACERDOZIO

Da sacerdote si trova ad operare in un'epoca segnata da forti contrasti sociali, creati dall'industrializzazione nascente e dovuti al disagio delle classi sociali più povere, soprattutto dei giovani. Il suo primo campo di azione sono gli oratori e le iniziative in favore della gioventù della periferia torinese: carcerati, giovani lavoratori, ragazzi di strada.San Leonardo Murialdo

  • 1857, 26 luglio. Assume, per incarico di don Bosco, la direzione dell’Oratorio San Luigi a Porta Nuova.
  • 1885, 30 settembre. Trascorre un anno scolastico a Parigi, dove frequenta il Seminario di San Sul pizio.
  • 1886. Visita e studia da vicino i “Patronages” e le “Oeuvres de Jeunesse” di Parigi, insieme ad altre opere educative e cattoliche e protestanti di Londra.

IL COLLEGIO ARTIGIANELLI E LA CONGREGAZIONE DI SAN GIUSEPPE

  • 1866, 13 novembre. Rientra a Torino e accetta l’incarico di Rettore del Collegio degli Artigianelli un'istituzione religiosa per l'assistenza, l’educazione cristiana e la formazione professionale di ragazzi poveri ed abbandonati, fondata nel 1849 da don Giovanni Cocchi.
  • 1867, 24 marzo. Viene fatto il primo passo verso la Fondazione della Congregazione dei Giuseppini. Infatti, nasce la Confraternita di San Giuseppe, che coinvolge insegnanti, istruttori ed educatori degli Artigianelli.
  • 1869, 15 dicembre. Invia al governo Lanza - Sella una petizione per una legislazione normativa del lavoro dei fanciulli e delle donne nelle fabbriche.
  • 1871, 29 giugno. Fonda l’Unione Operaia Cattolica.
  • 1873, 19 marzo. Fonda la “Congregazione di San Giuseppe”, per dare continuità alla sua azione sociale e caritativa. Il fine della congregazione è l'educazione della gioventù, specialmente di quella povera ed abbandonata (“educare con la pietà e con l’istruzione culturale e tecnica i giovani poveri, orfani o abbandonati o bisognosi di emendazione”). L'istituto venne intitolato a San Giuseppe, educatore e custode di Gesù, indicato dal fondatore come esempio di umiltà e carità.

San Leonardo Murialdo (1)

LE INIZIATIVE E LE OPERE

  • 1876, giugno. Nasce, grazie al suo impegno, il primo giornale cattolico per gli operai, “La voce dell’operaio” (Attuale La voce del popolo, settimanale dell'arcidiocesi di Torino).
  • 1876, novembre. Fonda il primo ufficio di collocamento al lavoro per operai disoccupati.
  • 1878, 7 aprile. Istituisce il “Giardino festivo per gli operai”, oggi chiamato prosaicamente “dopolavoro”.
  • 1878, 15 luglio. Apre la prima Casa-Famiglia per giovani operai, in zona Vanchiglia.
  • 1880, febbraio. Promuove l’“Opera dei catechismi serali per giovani operai” (dieci anni dopo avevano frequentato tali catechismi 14 mila giovani e vent’anni dopo 35 mila).
  • 1880, ottobre. apre la Casa-Famiglia per giovani studenti delle scuole superiori e dell’università.
  • 1881, 21 maggio. Apre l’Istituto Educativo San Giuseppe per allievi sacerdoti e maestri Giuseppini, a Voliera.
  • 1881, 20 settembre. Avvia il Noviziato della Congregazione di Sa n Giuseppe, a Rivoli Torinese.
  • 1883, 8 agosto. Viene fondato il Patronato Pio IX di Venezia, il primo passo dei Giuseppini fuori dal Piemonte.
  • 1884, 1° gennaio. fonda il bollettino “La buona stampa” che dirige, ed i comitati femminili per la buona stampa.
  • 1884, giugno. Istituisce i primi “Comitati elettorali operai cattolici”.
  • 1889, 6 ottobre. Apre il Patronato Sacra Famiglia a Oderzo (Treviso), che diventerà, dopo qualche anno, il Collegio Brandolini Rota.
  • 1890, 30 settembre. Apre a Vicenza il Patronato Leone XIII.
  • 1891, 16 novembre. La Congregazione del Murialdo prende la direzione del Patronato San Giuseppe di Bassano del Grappa, in provincia di Vicenza.
  • 1897, 15 ottobre. Un grave problema economico minaccia il Collegio degli Artigianelli.
  • 1899, 18 marzo. Il conte Alessandro Roero di Guarente offre alla Congregazione una cospicua donazione, che estingue i debiti che pesavano sulle spalle del Murialdo dal 1866.
  • 1899, 17 luglio. Apre, a Modena, l’Istituto Sacro Cuore.

SAN LEONARDO MURIALDO

Leonardo Murialdo muore il 30 marzo 1900. Papa Paolo VI lo proclama Beato il 3 novembre 1963 e Santo il 3 maggio 1970, definendolo ‘Straordinario nell’ordinario’. Nel calendario dei santi viene ricordato il giorno 18 maggio. Le sue spoglie riposano, in un primo periodo nella chiesa di Santa Barbara e a partire dal 1971 nella chiesa di Nostra Signora della Salute, entrambe a Torino. La sua azione continua ancora oggi attraverso la Congregazione da lui fondata (vedi voce <Giuseppini del Murialdo>) e le tante associazioni e realtà laiche avviate dai suoi successori e che a lui si ispirano.

 

Prendi lezioni dal passato

ma vivi nel tuo tempo,San Leonardo Murialdo (2)

ascolta e comprendi le voci dell’universo,

della tua terra, della tua gente

della tua città, della tua patria,

le voci dei sofferenti, dei poveri

e degli oppressi.

Compenetrati di tutto ciò che è bello

buono, vero e santo.

Non si perde nulla a vivere generosamente

nobilmente, amabilmente,

nutrendo nell’animo la sincerità,

la giustizia, il buon senso, la bontà.

Solo così imparerai a leggere i segni dei tempi

e di Dio,

e a sentire i richiami delle anime.

Leonardo Murialdo